Associazione Istruzione Unita Scuola-Sindacato Autonomo


Via Olona n.19-20123 Milano Info+390239810868 o 3466872531

martedì 9 dicembre 2014

“Premio Morelli-Rotary” 20 mila euro a studenti per formazione all’estero

Versione stampabileSend by email
Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con il “Premio Morelli-Rotary”, finalizzato al sostegno della formazione degli studenti bergamaschi che vogliono perfezionarsi all’estero. Un’iniziativa volta a promuove l’educazione e l’istruzione dei giovani, ma anche a stimolare la nascita di rapporti d’amicizia e di collaborazione fra i popoli dei diversi Paesi.
Per concretizzare il progetto, Rotary Club Bergamo ha elargito all’“Istituzione Morelli”, unitamente a Comune di Bergamo, Bonaldi Motori Spa, Fassi Gru Spa, Fondazione Italcementi – Cavaliere del Lavoro Carlo Pesenti, Felli Color Spa, Zanetti Spa, contributi che consentono di bandire, per l’anno 2015, un concorso inteso a premiare un giovane studioso di Bergamo e provincia che si proponga di seguire all’estero dei corsi di perfezionamento, per l’ammontare complessivo di 20 mila euro netti.
I concorrenti dovranno presentare al segretario dell’“Istituzione Morelli” Andrea Boreatti, a Bergamo in via Angelo Maj, 14/d: la domanda di concorso, su carta libera; il certificato di nascita; e le proprie proposte di lavori e studi all’estero, entro il 31 marzo 2015.
Il segretario rilascerà regolare ricevuta dei documenti e dei lavori ricevuti e li sottoporrà, debitamente elencati, all’esame della Commissione Amministratrice. Si riterranno come presentati in tempo utile anche i lavori spediti per posta, in piego raccomandato, purchè consegnati all’Ufficio Postale non oltre la data di chiusura bando.
La Commissione Amministratrice dell’Istituzione, dopo essersi accertata che gli studenti partecipanti si trovino nelle condizioni previste dal suo statuto, trasmetterà gli elaborati scientifici all’Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere di Milano, al quale compete, per turno di esprimersi sull’attitudine dei concorrenti a trarre reale profitto dagli studi di perfezionamento che si propongono di frequentare all’estero.
L’Istituzione “Giovanni Morelli” in Bergamo trae origine dal testamento olografo 6 aprile 1889 del senatore stesso ed è destinata a conferire un premio a favore di un giovane bergamasco che, per i suoi studi e lavori scientifici, dia affidamento di speciali attitudini ad ulteriori studi di perfezionamento in Istituti superiori esteri. Secondo quanto previsto dallo statuto, “possono prendere parte al concorso i giovani di ambo i sessi, di nazionalità italiana, della Città e Provincia di Bergamo, che siano di condotta morale incensurata e non abbiano superata l’età di trent’anni alla data di chiusura del concorso e degni sotto ogni aspetto, a giudizio della Commissione, di meritare il premio. Sono considerati della Città o Provincia di Bergamo, oltre i giovani qui nati, anche quelli nati altrove da uno dei genitori nati nella Città o Provincia di Bergamo, ma che abbiano domicilio legale da almeno cinque anni ed infine i cittadini italiani che abbiano legale domicilio e residenza nella Città o Provincia di Bergamo da almeno vent’anni”.
Il premio è conferito a quel concorrente che per i lavori e gli studi presentati ne sia giudicato il più meritevole. I lavori e gli studi presentati al concorso non potranno essere di data anteriore a un quinquennio computato alla data di scadenza del concorso stesso. Il premiato dovrà seguire per la durata di almeno un anno accademico, in un istituto o laboratorio superiore straniero, i corsi speciali delle scienze, lettere e arti in genere, nelle quali avrà dichiarato di volersi perfezionare, dandone prova di frequentazione. Decade da ogni diritto il vincitore che, senza giustificarne il motivo o senza autorizzazione speciale della Commissione Amministratrice, non si rechi entro l’anno dalla comunicazione dell’avvenuto conferimento del premio, alla sede prescelta, o che l’abbandoni prematuramente.
Il premiato sarà invitato a dichiarare quali corsi speciali e quali Istituti egli intenda frequentare. Ove per suo maggior profitto intendesse dedicarsi a corsi speciali diversi, mutare sede od interrompere la sua permanenza all’estero, potrà averne dalla Commissione la facoltà, purchè la durata complessiva degli studi sia almeno di un anno accademico, come esige l’art. 11 dello statuto. Al termine degli studi di perfezionamento, infine, presenterà una relazione scritta per illustrare i risultati conseguiti, anche attraverso incontri da definire in funzione delle materie di perfezionamento prescelte: il lavoro o i lavori che hanno ricevuto il premio verranno trattenuti dalla Commissione – pur rimanendone all’Autore la proprietà letteraria – per essere depositati presso la sede dell’Istituzione.
Le pubblicazioni effettuate a seguito degli studi di perfezionamento dovranno riportare l’indicazione che gli stessi sono conseguenti all’attribuzione del Premio Morelli Rotary.
Per avere ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al segretario sunnominato, Via A. Maj 14/d (tel. 035/24.80.44).

venerdì 28 novembre 2014

Il gruppo "AMIC SOLO CITTADINI INVALIDI" INFORMA

SE SEI UN CITTADINO INVALIDO, Il gruppo "AMIC SOLO CITTADINI INVALIDI" HA BISOGNO DI GENTE COME TE.GRAZIE
" Io Invalido del Club in MoVimento TI INFORMO on line"
Benvenuti nel gruppo AMIC SOLO CITTADINI INVALIDI dello IUniScuoLa.
Collabora con questo Blog!
Partecipa alla vita di questo blog!
Collaborare è semplice: inviaci le tue esperienze di viaggio, le tue foto, i tuoi video, oppure segnalare notizie, eventi, fatti ...
Il gruppo ha lo scopo di accogliere ed unire gli invalidi , tutelando gli interessi morali e materiali degli iscritti e delle loro famiglie. In particolare:
«Favorire l'attivazione e il mantenimento del benessere psicofisico degli invalidi»; « Promuovere Online relazioni sociali con le altre associazioni e favorire la partecipazione degli invalidi alle proposte culturali, ricreative e sportive presenti sul territorio »

email: sportello.antistalking@gmail.com

venerdì 7 novembre 2014

Progetto “Per una mappa culturale del Sebino"


PERCORSI DI AGGIORNAMENTO ''PER UNA MAPPA CULTURALE DEL SEBINO''


antica carta del lago d'IseoNell'ambito del progetto “Per una mappa culturale del Sebino", presentato sabato 25 ottobre 2014, l’Accademia Tadini, in collaborazione con l’Associazione Amici del Tadini, intende promuovere una serie di iniziative volte a favorire, anche dal punto di vista culturale, la creazione di una coscienza del Sebino come spazio comune, non più frazionato tra le sponde bresciana e bergamasca.
Particolare importanza è stata riconosciuta, in quella giornata, alla formazione e all'aggiornamento: un impegno rivolto sia alle guide turistiche, il cui ruolo nella divulgazione del territorio è fondamentale, sia agli insegnanti, senza trascurare gli appassionati e le persone interessate alla riflessione su temi culturali.
Leggi tutto

giovedì 16 ottobre 2014

Cerimonia inaugurale dell’anno scolastico – Bergamo, sabato 18 ottobre 2014

Sabato 18 ottobre a Bergamo cerimonia inaugurale dell’anno scolastico
Si preannuncia un momento festoso e d’incontro con il territorio la cerimonia ufficiale d’inaugurazione del nuovo anno scolastico 2014/2015 organizzata dall’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo e ospitata sabato 18 ottobre al Liceo “Secco Suardo” in via Mai 8, Bergamo città, con inizio alle 10 (l’accoglienza dalle 9.30) e termine intorno alle 11.30.
Hanno confermato la loro presenza autorità religiose, istituzionali e della società civile, politiche, militari; dirigenti scolastici in rappresentanza delle scuole, associazioni di genitori, studenti. Si preannuncia un’alta affluenza come risposta positiva all’appello di esserci e di testimoniare il tal modo grande vicinanza e voglia di dialogo nella e con la scuola bergamasca.
“La scuola bergamasca celebra la ripresa di un percorso educativo e formativo fondamentale per la crescita culturale e umana di migliaia di ragazzi – afferma Patrizia Graziani, dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo – Fare una buona scuola per formare buone teste è una sfida cui tutti siamo chiamati a far fronte comune attraverso un chiaro patto educativo, animato da collaborazione sincera e costruttiva”.
La musica sarà protagonista dell’evento, grazie alla partecipazione del Coro polifonico misto del Liceo musicale “Secco Suardo”, diretto dal maestro Matteo Castagnoli, e di Maggio in 7 note, l’Orchestra provinciale delle scuole medie a indirizzo musicale, diretta dal maestro Pietro Luigi Capelli.

Questo è il programma della cerimonia:
Ore 9.30
Accoglienza delle autorità
Saluto di benvenuto di Giuseppe Pezzoni, Dirigente Scolastico Liceo Secco Suardo
Ore 10.00
Apertura della Cerimonia
Alzabandiera con Picchetto d’Onore dell’Accademia della Guardia di Finanza
Inno di Mameli. Gonfaloni del Comune e della Provincia di Bergamo
Intermezzo musicale
Ore 10.45
Intervento di Daniele Pinotti, Vicepresidente Consulta Provinciale Studentesca Bergamo
Intervento di Walter Michieletto, Coordinatore Forum Provinciale Associazioni Genitori Scuola
Saluti
Giorgio Gori, Sindaco della Città di Bergamo
Matteo Rossi, Presidente della Provincia di Bergamo
Claudia Terzi, Assessore Regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile
Giuseppe Zafarana, Generale di Divisione Comandante Accademia Guardia di Finanza
Monsignor Francesco Beschi, Vescovo di Bergamo
Intervento conclusivo di Patrizia Graziani, Dirigente Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo
Ore 11.30
Inno d’Europa e termine della cerimonia
Aperitivo di saluto con le autorità a cura dell’Istituto Alberghiero di San Pellegrino Terme
Gli addobbi floreali sono a cura dell’Istituto Agrario di Bergamo Rigoni Stern
Con la partecipazione straordinaria del Coro polifonico misto del Liceo musicale “Secco
Suardo” di Bergamo diretto dal maestro Matteo Castagnoli e di Maggio in 7 note,
l’Orchestra provinciale delle scuole medie a indirizzo musicale diretta dal maestro Pietro
Luigi Capelli.
Evento con inizio alle 10 ospitato al Liceo Secco Suardo di Bergamo città. Risposta positiva all’appello di esserci e di testimoniare grande vicinanza e voglia di dialogo nella e con la scuola bergamasca.